Scriveteci

We transcribed the population’s registers starting from year 1669 and we designed a huge genealogical tree of all families, with branches in the whole world.
Would you like to share your experience or simply find your roots? Do not hesitate to contact us. You won’t regret it!

La breve esistenza di questo blog ci ha già portato diverse soddisfazioni nel far relazionare fra di loro "corippians" che abitavano nella medesima città e nemmeno lo sapevano. Abbiamo trascritto i registri della popolazione dal 1669 in poi ed elaborato un gigantesco Albero Genealogico di queste famiglie con ramificazioni in tutto il Mondo.
Desiderate condividere la vostra esperienza o semplicemente trovare le vostre radici? Non esitate a contattarci, non ve ne pentirete.


A protezione della Privacy i dati sensibili
riguardanti persone viventi non sono da inserire in commenti o post.

mercoledì 13 giugno 2018

Triste giorno per Corippo o rinascita di Corippo?


Se ne parlava da alcuni anni e domenica 10 giugno 2018 dalle urne è arrivata la decisione. Corippo perderà il simpatico primato che deteneva da moltissimi anni e non sarà più il comune più piccolo della Svizzera con i suoi 14 abitanti.
Brione Verzasca, Corippo, Frasco, Sonogno, Vogorno e i territori in valle dei comuni di Cugnasco-Gerra e Lavertezzo a partire dal 2020 formeranno il Comune  Verzasca.
Gli abitanti delle sette località, hanno espresso in votazione consultiva il proprio parere positivo alla fusione nella misura di 1202 sì (84,77%) contro 216 no (15,23%).
Il nuovo Comune avrà una superficie di 291 chilometri quadrati, conterà 855 abitanti, la sede amministrativa e l’ufficio tecnico saranno situati a Vogorno. Il Municipio sarà composto da 5 membri e il Consiglio comunale da 20.

Il graduale spopolamento della Valle e la politica cantonale in materia di aggregazioni comunali hanno contribuito prepotentemente a questa decisione. Per quanto concerne Corippo dalle urne è uscito addirittura un 100% di si. Dopo le dimissioni del sindaco e dell’intero Municipio lo scorso autunno, la fusione era l’unica alternativa
Corippo comunque non morirà, sono in atto alcuni progetti di sviluppo territoriale legati all’Albergo Diffuso e sicuramente grazie all’aggregazione e al cambio di marcia della Fondazione Corippo verranno iniettati nuovi fondi facendo ben sperare nella realizzazione di tutte le opere previste. Il Patriziato di Corippo sarà sempre presente sul territorio garantendo la fruibilità di sentieri e vie di collegamento curando boschi e selve.
L’ottimismo è d’obbligo.

Nessun commento:

Posta un commento